Teatro dell’Opera del Cairo: le corde dell’arpa suoneranno melodie orientali

Corde pizzicate, corde raggiunte. Saranno le corde del cuore ad essere stimolate, il 31 maggio, al teatro dell’Opera del Cairo. Tra le varie attività artistiche promosse dal Ministero della Cultura egiziano, il Teatro ospiterà un concerto dell’arpista Manal Mohei Eldin e della sua band “Anamal Sharqiya” (“Melodie Orientali”). Lo spettacolo si terrà nel palco all’aperto.

Il programma include una selezione di celebri melodie di musica orientale riarrangiate per arpa, tra cui “Kilma Helwa” di Dalida, “Ya Zahratan fi khayali” di Farid Al Atrash, “Mais Al Reem”, “Akher Eyam Alsayfiye” di Fairouz, e altre composizioni di Omar Khairat, Hani Chenouda, Daoud Housni, Mohamed Abdel Wahab, Amr Ismail e Baligh Hamdy.

Manal Mohei Eldin è cresciuta in una famiglia di artisti e ha iniziato a suonare l’arpa all’età di dieci anni. Successivamente, è entrata al Conservatorio e ha conseguito la laurea (con lode) all’Accademia delle Arti e della Musica della capitale egiziana. Nel 1991, inoltre, è stata prima arpista nell’Orchestra Sinfonica del Cairo. Ha suonato in molti concerti di successo nel suo Paese e all’estero. Grazie alla sua arte ha rappresentato l’Egitto in molti eventi internazionali musicali (e non).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial