“Numbers” nuovo film di Nejib Belkadhi

Più che un film, più che un documentario, e più che un racconto, è un viaggio. Il viaggio di undici personaggi che raccontano, ciascuno a modo suo, la loro migrazione clandestina, dalla nascita del desiderio di partire fino alla destinazione finale. Dal profondo dei quartieri operai tunisini a Parigi, uno spaccato di vita che si intersecano e si intrecciano sulla strada verso l’Europa.

“Arkam” (“Numbers”) è il sesto lungometraggio di Nejib Belkadhi ed è anche il suo terzo documentario. Prodotto da Propaganda Productions in collaborazione con l’Associazione cinematografica Echos e con il sostegno dell’Ambasciata tedesca in Tunisia. 

Il film documentario è stato già proiettato e presentato al pubblico, durante un tour di proiezioni nelle regioni tunisine di Bizerte, Menzel Bourguiba, El Kef, Hammamet, Nabeul, Jemmel, Kessour Essef, Fahs e Djerba.

Nejib Belkadhi, attore e regista tunisino classe 1972. Nato e cresciuto a Tunisi, e dopo aver studiato economia e marketing all’IHEC Carthage, ha iniziato la carriera come attore nel cinema e nel teatro. I suoi primi passi nella regia li ha compiuti in televisione su Canal+ Horizons nel 1999. Nel 2002 ha fondato Propaganda Productions con il suo amico Imed Marzouk che sarebbe poi diventa il suo produttore. Nel 2005 ha diretto il suo primo cortometraggio intitolato “Tsawer” (“Immagini”) selezionato in più di 30 festival in 11 paesi.

Nel 2006, il suo lungometraggio documentario “VHS-Kahloucha” parteciperà a più di 50 festival, tra cui una prima mondiale al Festival di Cannes e una selezione in concorso al Sundance Festival. Ha vinto 7 premi in vari festival tra cui il premio per il miglior film documentario al festival di Dubai nel 2006.
Nel 2013, il suo primo lungometraggio “Bastardo” è stato presentato in anteprima mondiale al Toronto International Film Festival ed è stato selezionato in concorso al CINEMED di Montpellier nel 2014. Dopo la partecipazione a 30 diversi festival, il film ha vinto 11 premi.

Nel 2014 ha pubblicato il suo secondo lungometraggio documentario “7 ½” girato tre anni prima prima delle prime elezioni libere in Tunisia.

Nel 2018 esce il suo secondo lungometraggio “Regarde moi” (“Guardami”), che sarà selezionato al Toronto International Film Festival e in più di venti altri festival internazionali.

“Communion”  (“Comunione”) è il suo terzo lungometraggio, presentato in competizione ufficiale al RED SEA Film Festival, uscito nel 2021. “Arkam” (“Numbers”) è la sua ultima opera, suo terzo film documentario e sesto lungometraggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
Instagram