Lo Stabat Mater di Rossini al Teatro dell’opera del Cairo

Il Teatro dell’Opera del Cairo, diretto da Lamia Zayed, ha ospitato lo “Stabat mater” di Rossini. Il concerto è stato eseguito dall’Orchestra Sinfonica del Cairo, diretta dal Maestro Ahmed El Saedi, con la partecipazione della soprano Mona Rafla, della mezzosoprano Jolie Fayzy, del tenore Amr Medhat e del basso Reda El  Wakil.

A completare l’esecuzione si è, inoltre, aggiunto il coro a cappella formato e diretto da Maya Gvenria. Uno spettacolo unico ed emozionante che è andato in scena lo scorsosabato sera, 15 giugno, al Grande Teatro dell’Opera della capitale egiziana.

Stabat Mater è una delle opere più famose del grande compositore italiano Gioacchino Rossini, scritta per solista, coro e orchestra e si riferisce alla Vergine Maria davanti alla croce durante il calvario di Cristo, evento rappresentato in molte composizioni musicali che accompagnavano i rituali religiosi.

Quest’opera è una sequenza liturgica in musica dedicata a don Manuel Fernández Varela, un prelato spagnolo. La composizione prevede solisti (soprano, contralto, tenore, basso), un coro a quattro voci miste (SATB) e un’orchestra composta da vari strumenti, tra cui flauti, oboi, clarinetti, fagotti, corni, trombe, tromboni, timpani e archi.

La prima esecuzione dello Stabat Mater di Gioachino Rossini avvenne a Parigi nella Salle Ventadour il 7 gennaio 1842 per il Théâtre de la comédie italienne con i solisti Giulia Grisi, Emma Albertazzi, Giovanni Matteo De Candia e Antonio Tamburini. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial