“Four Daughters” di Ben Hania miglior documentario al Film Independent Spirit Awards

Dopo il Césars awards, il Golden Eye e il Premio ARRI, per il docufilm “Four Daughters” (“Quattro figlie, titolo in francese “Les filles d’Olfa”) della regista tunisina Kaouther Ben Hania, arriva anche un altro riconoscimento internazionale. La pellicola è una coproduzione tra Tunisia, Francia, Germania e Arabia Saudita. 

Nella categoria Miglior Documentario, ha superato i suoi concorrenti statunitensi (e non) alla 39esima edizione dei Film Independent Spirit Awards a Santa Monica, in California.

Il docufilm è basato su una storia vera, ovvero la fuga di due ragazze che, nel 2015, decisero di arruolarsi con l’Isis, lasciando a casa la madre Olfa e le altre due sorelle. Un interessante mix di fiction e realtà, con due attrici e le vere protagoniste della storia.

“Siamo indipendenti e indipendenti rimarremo: questo è il motto per noi documentariste. Sono incredibilmente orgogliosa delle mie sorelle nominate; le registe donne ora hanno voce, sono presenti e dovreste ascoltarle”, ha affermato Ben Hania mentre stringeva il suo premio sul palco.

Il docufilm è anche nella cinquina in corsa agli Oscar come miglior film documentario e ha buone probabilità di portare a casa qualche statuetta, alla cerimonia di premiazione, al Dolby Theatre di Hollywood, Los Angeles, il 10 marzo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial