Egitto, recuperata la testa di una statua di Ramses II rubata 30 anni fa

Il Ministero del Turismo e delle Antichità egiziano, giorni fa, ha annunciato il recupero di un importante manufatto antico: la testa di una statua del faraone Ramses II.

L’importante reperto è stato restituito all’Egitto dalla Svizzera dopo essere stato identificato nell’ambasciata egiziana a Berna a luglio, in seguito alla sua esportazione illegale decenni fa.

Decisiva è stata la collaborazione tra Ministero degli Affari Esteri egiziano e le autorità svizzere che hanno svolto un ruolo cruciale nel recupero del manufatto, rubato e portato all’estero tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90 del secolo scorso.

La testa della statua – che ha più di 3.400 anni – originariamente prelevata dal tempio di Ramses II ad Abydos, era scomparsa da oltre 30 anni. Il manufatto è stato avvistato, per la prima volta, in una galleria di Londra nel 2013 e ha viaggiato attraverso diversi paesi prima della sua intercettazione definitiva in Svizzera.

La testa del Re Faraone, inizialmente, è consegnata all’ambasciata egiziana a Berna e successivamente trasportata in Egitto. La destinazione definitiva, dove rimarrà esposta è il Museo Egizio di Piazza Tahrir. Prima, però, saranno necessari lavori di restauro e conservazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial