Le serie televisive libanesi del Ramadan 2024

2024

Regia di Philipe Asmar, Protagonisti: Nadine Nassib Njeim, Mohammed Al Ahmad, Carmen Lobbos, Genere: Avventura

Dopo tutto quello a cui è stato esposto il Capitano Sama nella stagione precedente, decide con forza e determinazione di tornare e riprendere il suo lavoro di nuovo, mentre affronta sfide e difficoltà sia lavorative che la sua vita legata a Loay Al Deeb.


Aa Amal (“Con la speranza”)

Regia di Rami Hanna, Protagonisti: Maggie Bou Ghosn, Mahyar Khaddour, Badie Abu Chakra, Elsa Zogheib, Genere: Romantico

In un contesto pieno di suspense, gli eventi ruotano attorno alla conduttrice televisiva Yasar, che presenta il programma “Aa Amal” e, nel frattempo, incontra il suo nuovo vicino Nibal, ma non sa che il suo trasferimento non è solo una coincidenza, e che il suo segreto ventennale sta per essere svelato.


Nazret Hob”(“Uno sguardo d’amore”)

Regia di Rafi Wehbe, Protagonisti Basil Khayyat, Carmen Bsaibes, Michel Hourani, Jafra Younes, Genere Romantico

Un amore nato per caso e alimentato da conflitti e misteri che travolge due persone e porta grandi cambiamenti nelle loro vite.

“Noqta Entaha” (“Punto fine”)

Regia di Mohamed Abdel Aziz, Protagonisti: Abed Fahd, Nada Abu Farhat, Adel Karam, Mohsen Ghazi, Genere Drammatico

Il farmacista Fares Yacoub fatica a nascondere il suo primo crimine, commesso per errore contro il fratello adolescente di sua moglie, mentre lei cerca di scoprire la verità sull’omicidio del suo unico fratello.


“Daraja Daraja” (“Gradino, gradino”)

Regia di Mark Salama, Protagonisti Ayman AlQaisouni, Nisreen Zureiq, Joseph Bu Nassar, Tariq Tamim, Genere Commedia

Due neo sposi si trovano ad affrontare situazioni assurde e comiche dopo che si verifica un malinteso, che causa difficoltà nella comunicazione tra di loro.

“Qoboub Min Maa” (“Cuori di acqua”)

Regia di Imad Najjar, Protagonisti: Bassem Mughniyeh, Mazen Moadam, Faisal Astwani, Abeer Issa, Genere Drammatico

Diverse storie di un gruppo di giovani e alcune famiglie che si sono stabiliti negli Emirati arabi, in fuga dal passato doloroso e dal presente difficile verso un futuro più rassicurante e stabile, alla ricerca della felicità. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial