Italia ospite d’onore al Festival internazionale delle marionette di Cartagine

Dal 3 al 10 febbraio l’Italia partecipa come Paese ospite d’onore alle JAMC (Journées des Arts de la Marionnette de Carthage), il festival internazionale delle marionette organizzato nella Cité de la Culture a Tunisi dal Centre National d’Art de la Marionnette – Compte Officiel –  un’istituzione sostenuta dal Ministero tunisino della Cultura per tutelare e promuovere una delle più antiche forme di teatro, molto amata in Tunisia e in tutto il Mediterraneo.

Con il sostegno dell’Ambasciata d’Italia in Tunisia e dell’Istituto Italiano di Cultura di Tunisi, due importanti compagnie italiane presenteranno i loro spettacoli al pubblico del Festival: si tratta dei “𝐅𝐢𝐠𝐥𝐢 𝐝’𝐀𝐫𝐭𝐞 𝐂𝐮𝐭𝐢𝐜𝐜𝐡𝐢𝐨” di Palermo, alla presenza del maestro puparo 𝐌𝐢𝐦𝐦𝐨 𝐂𝐮𝐭𝐢𝐜𝐜𝐡𝐢𝐨, con “𝐋’𝐢𝐧𝐟𝐚𝐧𝐳𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐎𝐫𝐥𝐚𝐧𝐝𝐨” e del Teatro del Drago di Ravenna con un classico dei classici delle storie di burattini: “𝐏𝐢𝐧𝐨𝐜𝐜𝐡𝐢𝐨”.

𝐋𝐚 𝐂𝐨𝐦𝐩𝐚𝐠𝐧𝐢𝐚 “𝐅𝐢𝐠𝐥𝐢 𝐝’𝐀𝐫𝐭𝐞 𝐂𝐮𝐭𝐢𝐜𝐜𝐡𝐢𝐨” si esibisce per la prima volta in Tunisia. E’ la compagnia storica compagnia palermitana di Mimmo Cuticchio. Erede della più importante famiglia di pupari siciliani, Cuticchio ha fondato a Palermo la compagnia nel 1971 e da allora opera nel centro storico della città siciliana. Nel 2008, l’Unesco riconosce l’opera dei pupi come “patrimonio immateriale dell’umanità”, suggellando l’importanza culturale di quest’arte e dei suoi principali interpreti. 

𝐋’𝐢𝐧𝐟𝐚𝐧𝐳𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐎𝐫𝐥𝐚𝐧𝐝𝐨: il mito del grande eroe invincibile di Orlando non si limita alla sua maggiore età, quando, come primo paladino di Carlo Magno, compirà le gesta più mirabolanti. La leggenda vuole che sin dalla più tenera età, nonostante la dolorosa lontananza dal padre Milone, abbia fatto vedere di che stoffa era fatto. Lo spettacolo adatto anche ai più piccoli sintetizza le infinite avventure di Orlando bambino. 

𝐈𝐥 𝐭𝐞𝐚𝐭𝐫𝐨 𝐝𝐞𝐥 𝐃𝐫𝐚𝐠𝐨 è la compagnia di una delle più antiche Famiglie d’Arte di spettacolo attiva nel settore dei burattini e delle marionette dalla prima metà del XIX secolo in Italia: la Famiglia Monticelli. I fratelli Mauro e Andrea, gli attuali Direttori Artistici, rappresentano la quinta generazione di questa ininterrotta tradizione. L’attività si svolge su due versanti: quello della tradizione, con gli spettacoli di burattini tradizionali e quello della ricerca, attraverso gli spettacoli di teatro di figura contemporaneo in cui si concretizza una personale linea artistica, originale sia nell’impiego dei materiali che nelle tecniche di animazione.

𝐏𝐢𝐧𝐨𝐜𝐜𝐡𝐢𝐨 è lo spettacolo “cult” della compagnia, con le sue 1000 repliche ha girato il mondo raccontando una storia in cui immagini, musica e animazione si fondono e creano un’atmosfera giocosa e piena di colore che rende al meglio la favola incantanta del famoso burattino di legno. Adatto anche ai più piccoli, lo spettacolo è un singolare esempio di trasposizione dalla pittura al teatro. Si avvale delle immagini di Alain Letort e di musiche originali composte per questa edizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
Instagram