Il fenomeno Al Shami: da profugo siriano a star della musica

E’ nato un nuovo fenomeno musicale per il mondo arabo. Si chiama AlShami ed è siriano. Il patentino di nuova star araba della musica lo ha preso di recente. Il suo primo concerto è andato soldout. I biglietti per la data di Beirut sono esauriti da mesi prima del grande debutto.

E’ stato un concerto da star navigata. L’interazione con il pubblico – dall’inizio del concerto fino alla fine – è stata l’ennesima dimostrazione dell’amore dei suoi fan. Ora non è più solo un cantante famosissimo sui social. Ora calca i grandi palchi. Emozioni e lacrime di gioia hanno sancito il battesimo artistico di Al Shami (il suo nome in arabo significa “Il Damasceno”). Il giovane cantante, dunque, ha confermato le aspettative con il grande successo del suo esordio a Beirut, la mecca della musica araba.

Da lavapiatti ai palchi più ambiti, il salto è stato breve. Al Shami, giovane artista originario di Damasco, in pochi anni ha guadagnato popolarità in Medio Oriente e anche in Europa grazie alla sua musica unica che fonde elementi delle sonorità occidentali e orientali.

Ha affrontato molte difficoltà nella sua vita, tra cui la guerra e la fame. Ha iniziato la sua carriera musicale con umiltà e ha lavorato duramente per raggiungere il successo, dopo il trasferimento da profugo in Turchia. 

Al Shami ha recentemente pubblicato la sua nuova canzone, “Sabran”, firmando testo e musica, con il videoclip diretto dal regista Hassan Rahayel, che ha ottenuto più di 100 mila visualizzazioni in un’ora, entrando in trend su tutti i social media. 

La celebre canzone di Al Shami “Ya Leil w yal ein” ha superato i 108 milioni di visualizzazioni sul suo canale YouTube ufficiale, dopo aver vinto il premio per la migliore canzone araba dell’anno al “Joy Awards Festival”.

Alcune delle sue canzoni più famose riflettono il suo percorso personale e raccontano le lotte alla ricerca della sua identità. Il suo rapido successo nel mondo della musica lo ha reso molto popolare, soprattutto in Europa, con hit che spopolano in paesi come Germania, Svezia, Norvegia e Austria fino ad arrivare in Canada. Chissà se riuscirà anche a sfondare nel mercato italiano. Intanto i suoi videoclip spopolano e sbancano nel panorama della musica araba globale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
Instagram