Ahlam e le sue “Mille e una notte”

Di Naman Tarcha

La celebre star degli Emirati arabi, Ahlam Al Shamsi, continua a riscuotere successo nel nuovo programma artistico che porta il suo nome “Ahlam” (“Sogni: Mille e una notte”), che presenta sul canale televisivo di Abu Dhabi.

In 13 puntate, la cantante Ahlam soprannominata “AlMalika” (“Regina”) ospiterà un illustre gruppo di artisti e cantanti tra più importanti del mondo arabo, in un viaggio accattivante che riunisce il patrimonio artistico, con originalità.

Il programma è stato – dopo poche puntate – in grado di lasciare un’impronta distintiva e di dare un ampio impatto positivo nel campo mediatico, e ha guadagnato il favore di un ampio segmento del pubblico arabo, per aver presentato contenuti distinti e ricchi che riflettono l’autenticità della musica araba attraverso “duetti” tra Ahlam e gli ospiti presenti.

Ahlam, pseudonimo di Ahlam Ali Al Shamsi, è una cantante bahreinita emiratina, molto popolare nei paesi del Golfo. Nata a Manama, Bahrain, dove ha iniziato a cantare fin da piccola, esibendosi a feste e matrimoni. Fu notata dal compositore kuwaitiano, Anwar Abdullah, che la fece mettere sotto contratto dalla casa discografica Funoon Al Emarat. Sposata con il pilota di rally qatariota Mubarak Al Hajiri, dal 1996 vive tra gli Emirati arabi e il Qatar.

Sono tanti gli album musicali di grande successo. Oggi è considerata una delle cantanti più amate e seguite, oltre ad essere tra le più ricche del Medio Oriente, secondo la rivista “Arab Business”, ed é l’artista più pagata del mondo arabo.

“Sogni. Mille e una notte” è considerato uno dei più grandi programmi musicali del mondo arabo, in linea con la nuova strategia di Abu Dhabi Media Network, la principale società di servizi media pubblici negli Emirati Arabi Uniti, che impiega infrastrutture avanzate e tecnologia con i più alti standard internazionali per produrre vari programmi che combinano cultura, divertimento e intrattenimento, con l’obiettivo di costruire ponti tra le culture di paesi arabi del passato e del presente, celebrando l’eredità dei grandi artisti arabi nella musica e nel canto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial