“11/14”, lo spettacolo teatrale del conflitto tra mente e cuore

La vita si riassume in una lotta permanente ed eterna tra il cuore e la mente, tra un cuore che vuole e una mente che rifiuta, e così le nostre vite trascorrono nella confusione tra due parti inseparabili di noi. Ciò che è certo è che quando scoppierà la guerra tra i nostri cuori e le nostre menti, il cuore sarà ferito, la mente sarà sconvolta, la coscienza sarà turbata e diventeremo cadaveri mobili. Si verificherà uno stato di grave depressione e si potrebbe avere la sensazione che la vita non valga la pena di essere vissuta.

Lo scontro tra mente e cuore, l’anima tormentata è il fulcro dell’opera teatrale “11/14” di Moez Al Qadiri presentata il 24 febbraio scorso, alla Sala Rio, del Teatro dell’Opera di Tunisi.

Lo spettacolo teatrale, diretto da Moez Al Qadiri, con Haitham Al Moumani e Marwan Misawi, è stato prodotto dal Teatro dell’Opera di Tunisi. Il testo è di Haitham Al Moumani e Maher Mosaddeq, scenografia di Sabri Al Atros, e le musiche, invece, sono di Wadah Al Aouni.

La storia è ispirata all’opera teatrale “Psychosis 4:48” della drammaturga Sarah Kane. Una sorta di diario in ospedale, in cui l’autrice esprime ciò che viveva dentro di sé e il conflitto tra la sua mente e il suo cuore: un’esperienza soggettiva carica di sogni, malattie e confusione che finì tragicamente con il suo suicidio, pochi giorni dopo aver scritto la commedia.

In “11/14” il corpo dell’attore diventa un elemento importante negli eventi, poiché il corpo si trasforma in un linguaggio e una voce udibile, che è ciò che sono riusciti a fare sia Haitham che Marwan, trasmettendo attraverso i loro corpi, la loro lotta interiore e il loro confronto con lo stato di depressione che affligge il corpo, evidenziando la presenza di sentimenti non traducibili nel linguaggio.

I protagonisti sono due personaggi lunatici, depressi e sull’orlo della morte, si muovono durante l’opera con forti sbalzi d’umore tra forza e debolezza, dove amore e odio sono sentimenti contraddittori espressi dalla mente e dal cuore, così che gli eventi sono caratterizzati da un carattere oscuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
Instagram